Dolore muscoloscheletrico ed Odontoiatria: un approccio evidence-based

EVENTO ONLINE ACCREDITATO PER ODONTOIATRI e IGIENISTI DENTALI (5 ECM) e A.S.O. (5 ORE FORMATIVE). AGLI ISCRITTI VERRA' INVIATA DALLA SEGRETERIA UNA MAIL CONTENENTE IL LINK DI PARTECIPAZIONE ALL'EVENTO. 

ABSTRACT:

Questo corso on-line descrive, in maniera semplice ma scientificamente rigorosa, lo stato dell’arte sul dolore muscoloscheletrico, focalizzandosi prevalentemente sul mal di schiena.
E’ un corso che nasce da fisioterapisti specializzati in ambito muscoloscheletrico, ma che si rivolge direttamente agli odontoiatri ed operatori del settore per fare luce su diverse tematiche che riguardano non solo la salute dei pazienti, ma specialmente quella dei dentisti durante la pratica clinica quotidiana.
Parleremo di vari fattori che vengono spesso associati al fenomeno del dolore, dalla postura al sollevamento dei carichi, al ruolo dell’esercizio fisico e delle parole che adottiamo con i nostri pazienti, sfatando diversi miti popolari che impattano ancora in maniera significativamente negativa la gestione di questa problematica sempre più diffusa.
Lo scopo del corso è promuovere una pratica basata sulle evidenze che non si rivolge unicamente al paziente ma soprattutto all’operatore sanitario che lavora in ambito odontoiatrico, fornendo strategie e spunti efficaci per la prevenzione e la gestione attiva del dolore muscoloscheletrico.

Informazioni utili:

- Le iscrizioni saranno accettate fino ad esaurimento posti disponibili e non sono rimborsabili.

- Sarà possibile iscriversi entro il 21.2.2021


Programma

Prendiamoci cura dei dentisti. L’evidenza scientifica applicata al dolore muscoloscheletrico nella pratica odontoiatrica.

 

COLLEGAMENTO AL PORTALE ONLINE DALLE 8:15 ALLE 8:30


 
• ore 8:30: Registrazione Partecipanti (Appello) e presentazione Relatori
 
• ore 8:45: Il dolore muscoloscheletrico: prospettive contemporanee. Focus sul mal di    schiena.
 
• ore 10:45: Domande Partecipanti
 
• ore 11:00: Il dentista: si può lavorare comodi e senza dolore? Come prevenirlo efficacemente?
 
• ore 13:00: Discussione interattiva con i Relatori
 
• ore 13:30: Registrazione Partecipanti (Appello) e Chiusura Lavori


Relatori

DOTT. FRANCESCO PACENZA

Mi sono laureato in Fisioterapia con Lode presso l’Università degli studi di Udine nel 2011 dopo aver frequentato il quarto anno presso La Trobe University of Melbourne.
Da subito ho deciso di dedicarmi all’ambito muscoloscheletrico iniziando dalla terapia manuale grazie a vari corsi di specializzazione quali il Certificate of Orthopaedic Manual Therapy presso la Curtin University e l’intero percorso di Manipolazione Fasciale di cui sono stato docente internazionale insegnando in diversi corsi sia in Italia che all’estero.
In parallelo, dal 2012 ho iniziato a lavorare nell’ambito della formazione in fisioterapia come traduttore simultaneo per corsi tenuti da diversi docenti internazionali fino ad ospitare corsi di eccellenza nel settore presso il Move.
La mia formazione sta continuando presso la University of Brighton dove ho intrapreso il percorso per ottenere un Master of Science in Musculoskeletal Physiotherapy e tramite diversi corsi incentrati principalmente su una riabilitazione attiva ed un inquadramento globale del paziente.
Da sempre sportivo, sono stato fortemente influenzato dal Crossfit, sport che pratico regolarmente da qualche anno, che mi ha fatto sentire sulla mia pelle che cosa vuol dire prendersi cura del proprio corpo ed esprimere il proprio potenziale per poter stare bene. 
Mi occupo prevalentemente di stati di dolore persistente alla colonna vertebrale ed agli arti inferiori ed ho la fortuna di lavorare all’interno di un team che condivide con me un approccio scientifico al paziente e di cura globale alla persona.
Nel 2015, assieme alla collega Anna Trevisan, ho fondato il Move per cambiare le cose e poter offrire, anche nella mia amata Pordenone, un punto di riferimento di eccellenza per la riabilitazione e la formazione in Fisioterapia.

DOTT. UMBERTO CRAINICH

Nel 2013 mi sono laureato in Fisioterapia con Lode, presso l’Università degli Studi di Udine. Successivamente mi sono specializzato in ambito ortopedico conseguendo, nel 2015, il Master in Riabilitazione dei Disordini Neuro-Muscoloscheletrici, presso l’Università degli Studi di Genova. Guidato dalla passione per il mio lavoro, ho sempre affiancato alla pratica clinica l’aggiornamento continuo, effettuando corsi con docenti di livello internazionale in Italia e all’estero ed approfondendo soprattutto lo studio della scienza del dolore, dei disturbi della colonna vertebrale e della riabilitazione degli infortuni agli arti inferiori. Nel 2016 ho vinto la borsa di studio nazionale “GIMBE4Young” che mi ha permesso di conseguire l’Evidence-Based Practice Core Curriculum, specializzazione riguardo la metodologia della ricerca scientifica.
Fin dall’inizio ho lavorato come libero professionista in collaborazione con studi privati e diverse società sportive, professionistiche ed amatoriali. Nel 2016 ho avviato uno studio fisioterapico, ma ho sentito immediatamente l’esigenza di entrare in un team multidisciplinare per una migliore gestione del paziente ed una maggiore crescita professionale attraverso il confronto. Così, dallo stesso anno, faccio parte del team Move, in cui mi occupo prevalentemente di stati di dolore acuto e persistente alla colonna vertebrale e della gestione degli infortuni dello sportivo. Dal 2021 sono socio del Move.
Dal 2018 sono docente universitario al corso di Laurea in Fisioterapia dell’Università degli Studi di Udine, dove mi occupo della gestione dei disordini della colonna vertebrale (mal di schiena, dolore cervicale) e della riabilitazione degli infortuni nello sportivo. Oltre all’attività didattica universitaria, sono stato relatore ad una serie di conferenze rivolte ad un pubblico di non esperti, con lo scopo di diffondere una più aggiornata cultura in ambito sanitario.
La passione e l’aggiornamento scientifico mi guidano quotidianamente nella pratica clinica. Condividere questa stessa visione con gli altri professionisti del team permette una maggiore crescita e soprattutto una migliore presa in carico del paziente, in ottica globale.